giovedì 2 aprile 2009

Parole, parole, parole....


Non è facile mettersi a scrivere qualcosa di interessante quando lo stato d'animo delle ultime settimane non è sicuramente stato dei migliori...ma sono fermamente convinta che se mai si prende l'iniziativa per rientrare nel "giro", ci si impigrisce e ci si fossilizza sempre di più...quindi questo post, scritto giusto per "smuovere" il mio assoluto "immobilismo", lo vivo come un rimedio terapeutico e mi dico che va bene così.

Potrei parlare della primavera...che come ogni anno ci illude di essere arrivata, ma immancabilmente fa una retromarcia repentina e ripiombiamo nel clima novembrino che tanto detesto... oppure raccontarvi delle ultime peripezie di Martino che sta diventando un elemento sempre più da circo...oppure potrei dirvi che oggi per me è un giorno molto triste...è l'anniversario della morte di Papa Giovanni Paolo II...e chi mi conosce...sa che ho dei validissimi motivi per ricordare questo grandissimo uomo nel quarto anniversario della sua scomparsa...potrei dirvi che ho in mente tremilacinquecento idee che voglio realizzare...e questo trovo che sia un segnale positivo...ma che non ne sto mettendo in pratica nessuna...e questo proprio positivo non è...potrei dirvi tante altre cose...ma non mi viene di approfondirne nessuna...eppure sento che il ticchettare sulla tastiera mi aiuta...buttare giù queste poche righe mi sta aiutando a riavvicinarmi a quella sfera di mondo che ultimamente ho disertato e forse l'effetto terapeutico del mettere nero su bianco si sta già facendo sentire.

Sì...scrivere...è sempre stata oltrechè la mia grande passione, anche il mio modo di sfogarmi...riempire un foglio bianco con pensieri, frasi o anche solo con il mio nome mi aiuta a rilassarmi e a ragionare...le decisioni più importanti della mia vita, così come le cose più significative che hanno contrassegnato il mio cammino...le ho scritte prima di dirle...

Anche quando sono al telefono ho sempre una biro e un foglio bianco davanti a me su cui a ruota libera scrivo qualunque cosa...e se non ho nulla da scrivere disegno...solitamente fiori...a volte cuori...chissà...qualcuno sarà pure capace di dare una spiegazione a questa mia mania...io non mi sono mai domandata il perchè...lo faccio...e basta.

Mi sto rendendo conto che sto scrivendo questo post giusto per il gusto di riempire il "foglio bianco" che ho di fronte...ma considero la cosa positiva...è un mostrare un altro lato mio che non conoscete... e il fatto che decida di mostrarlo è il segnale che sono sicura di avere a che fare non solo con persone che rappresentano un blog...ma sono in mezzo a persone amiche...è una consapevolezza che sto acquisendo sempre più...il contenuto dei vostri commenti mi dà la certezza che è così!

Ecco ho scritto un chilometro di cose...e in sostanza non ho detto niente...ma sono contenta di averlo fatto...sono pensieri buttati assolutamente di getto che mi andava di condividere con voi anche per ringraziarvi per la vostra amicizia e la sensibilità che traspare in ogni vostra parola.

Mi auguro che il prossimo post sia un pochino meno introspettivo di questi ultimi...ora vado a crocettare qualcosa...come vi ho già detto ho un mucchio di idee e credo di dover cogliere l'attimo per metterne in pratica qualcuna!

Mi scuso se a qualcuna di voi potrò sembrare noiosa...ma questo è uno spazio in cui voglio essere assolutamente me stessa...non è il luogo in cui mi mostro come vorrei essere...ma lo spazio in cui mi pongo per quella che sono...

Portate pazienza...Sachertorte è fatta così...

Un abbraccio e a presto!

Post scriptum:
Voglio ringraziare Simo, Berty e Antonella per i premi che mi hanno assegnato...vi ringrazio di cuore. Al prossimo post li girerò a mia volta!

20 commenti:

Simo ha detto...

tesoro, tu hai un dono che pochi posseggono...quello di riuscire ad esprimere e trasmettere, tramite appunto la scrittura, emozioni forti e grandi....
ed io ti apprezzo per questo...
un bacione

Faby ha detto...

davvero grazie per queste cose che hai condiviso...non è facile parlare di sè..anche di questi momenti in cui vorresti dire e fare tanto e ti ritrovi lì a scrivere..scrivere.. anch'io conosco bene queste sensazioni e ti giuro ho sorriso come rivedendomi allo specchio leggendo!!!
un abbraccio grande

mida.f3 ha detto...

Ciao, sei una grande donna e non lo riconosci. Hai un grande dono e non lo vuoi ammettere, sai parlare al cuore con tanto cuore...
E' vero certe volte, soprattutto quelle in cui ci si scopre dentro, è più facile scrivere che parlare, anche perchè mentre parli le parole non le vedi vanno, ma quando le scrivi sono lì testimoni di ciò che provi e di ciò che vuoi trasmettere.
A me piacciono i tuoi post introspettivi tristi o no, perchè hai il coraggio di scoprirti e di farti conoscere, tanta gente si nasconde dietro parole e fatti perciò è bello trovare una persona vera... ti voglio bene triste o allegra che tu sia sei sempre unica e vorrei tanto esserti accanto per donarti una carezza per alleviare le ferite del tuo cuore.
Con affetto, Milena

Stefano ha detto...

Io adoro i tuoi post introspettivi, le tue mail, i tuoi pensieri e i tuoi lavori...non mi stancherò mai di leggerti e di volerti bene.
Baci
Mariarita

verderame ha detto...

non hai sritto niente di te, ma hai detto tanto di te!
ciao Marina

HEIDIS KLEINES PARADIES ha detto...

Ja, ich liebe auch die alten Schreibgeräte. Was gibt es Schöneres, als einen handgeschriebenen Brief vor sich zu haben und darin immer wieder zu lesen.

Ich wünsche Dir schöne Frühlingstage

heidi

effepi ha detto...

Cara Nadia, scrivere è bellissimo, io avevo perso un pò questa abitudine, ma grazie al blog ho riscoperto quanto sia importante mettere nero su bianco quello che proviamo, sia esso amore, dolore, rabbia o frustazione .... ho riscoperto la gioia di tenere un piccolo diario, e non importa cosa e ogni quanto tu riempia le pagine, ma sapere che c'è e avere la consapevolezza che troverai qualcuno con cui condividere i tuoi stati d'animo è importante .... e ricorda, "la vita è come uno specchio, ti sorride se la guardi sorridendo ..." Un abbraccio Paola

Margherita ha detto...

Ciao Nadia, serve scrivere, eccome, è un piacere quando le cose sono belle, è uno sfogo quando le cose non vanno.
Io a tutt'oggi oltre al blog ho il mio "diario" anche solo per appuntare quello che per tanti motivi non puoi o non vuoi dire, ma dopo aver ben appuntato mi sento meglio.
Ciao
Margherita

Silvia ha detto...

mi spiace tanto che ti senti così, un abbraccio forte.
silvia

lili ha detto...

Ciao Nadia
sapessi io scrivere così come scrivi tu.......hai una dote bellissima e anche se ti sembra di non aver detto nulla hai espresso dei bei pensieri...
e per le 3500 idee tienile strette e vedrai che fra tante qualcuna la realizzi di sicuro.
Se vuoi ti tiro su di morale mandandoti una fetta di torta?

lili

tarta ha detto...

ok .... io sono contenta che tu abbia scritto .... cosi sono meno preoccupata e più serena
e poi ti ha fatto benissimo il che è una grande cosa
bacissimi

laura ha detto...

SCRIVERE E' IL MODO MIGLIORE PER SFOGARSI...un bacio laura

francesca ha detto...

Sachertorte è fatta così e a me piace tanto come sei!! scrivi le tue sensazioni, i tuoi pensieri e riesci a trasmettere a noi le tue emozioni, e ci sembra di far parte del tuo mondo, della tua vita... grazie Nadia per darci questa opportunità!
un'altra piccola cosa in comune: disegnare fiorellini su un foglio, io lo faccio sempre, anche quando per esempio preparo la lista della spesa, mentre penso a quello che manca faccio tutta la mia cornicetta di fiorellini...
ti auguro un buon week end e spero di risentirti presto!
smack e poi ancora smack!!! francesca violetta

Marina F. ha detto...

Quando una persona é vera, non é mai noiosa.
grazie per mostrarti come sei.
Buona serata

Marina

Annalisa ha detto...

Nadia, penso che il tuo modo di interpretare il blog come un diario sia la cosa più bella e giusta. Che ami scrivere , e lo fai molto bene. si nota, eccome! A me paice leggere anche i tuo isfoghi e le tue riflessioni e son ocontenta di sapere che servono per alleggerire l'animo e leggersi megli odentro. E' una cosa che ho semrpe pensato anch'io e a volte consigliato a qualceh amica. Non so come ma una volta scritte le parole su un foglio o su una videata bianca, il peso che sentivamo dentro sembra...più leggero...
Tra poco sono sicura che riuscirai a realizzare qualcuna delle tue tante idee e noi saremo qui per vederle.
Un abbraccio

Annalisa

Nefertari ha detto...

Serve forse che ti dica qualcosa di particolare che non ci siamo già dette? Non credo...comunque ieri ti ho vista abbastanza propositiva. Datti tempo, nessuno ti corre dietro nella realizzazione delle tue 3500 idee.
Tanti baci.
Grazia

Berty ha detto...

Grazie per averci aperto il tuo cuore...
Il ricamo è solo una parte di noi, bella, creativa, allegra, propositiva, la nostra vita è anche molto altro, nel bene e nel male...
Scrivere è davvero terapeutico (tanto quanto ricamare), è mettere un punto fermo, come bloccare pensieri e idee...
E quando, passata la malinconia, li rileggerai ti stupirai di quanta strada hai percorso nel frattempo.
Un abbraccio forte forte!

Berty

Milli ha detto...

Ciao stella....sai che anche io adoro scrivere...ma non sono brava come te ad esprimere i miei sentimenti....ho sempre paura di dire la cosa sbagliata al momento sbagliato....
E anch'io, soprattutto quando in ufficio facciamo delle riunioni, le uniche cose che faccio, oltre a pochi e striminziti appunti, sono disegni di fiori, cuori e farfalle...
Ti voglio benissimo...
un abbraccio
Milli

apaolal ha detto...

hai detto tantissime cose invece :-))
baci ed una serena Pasqua.
annapaola

Grazia ha detto...

Ti lascio alle tue riflessioni augurandoti buona Pasqua...ciao carissima!
Grazia