giovedì 17 luglio 2008

Tg Tirolo




Amiche care eccoci all'edizione quotidiana del Tg Tirolo e un ciao a tutte da Sachertorte, la "Lilli Gruber de noantri"!
Visto che sta piovendo a dirotto dalle dieci e mezza di stamattina (e la novità dove sta????), cerco di rifarmi postandovi il resoconto della giornata di ieri, che è stata meravigliosa sia per quanto riguarda l'aspetto meteo che per come si è svolta nel suo insieme.
Dopo una generosa colazione si parte alla volta di Kitzbuhel armati di zaino e attrezzatura, per così dire, da corsa per farci una bella escursione sulle montagne sopra questa meravigliosa perla del Tirolo.
Lasciamo la macchina al parcheggio e via di corsa alla biglietteria per salire sulla Cabinovia dell' Hahnenkammbahn che porta a quota 1800 mt. di altitudine e quindi ha un dislivello di circa 800 metri. Una curiosità: poichè questa cabinovia segue il tracciato della famosissima Streif, la pista dove si disputa la gara di discesa libera del campionato mondiale di sci, ogni cabina ha il nome di un campione di sci che ha segnato la storia di questo sport...e per la cronaca noi all'andata eravamo sulla cabina che portava il nome di Kristian Ghedina e al ritorno su quella di Bode Miller....mica male per due sfigati che sugli sci stentano a reggersi in piedi, eh??!!?? Questo è il "gabbiotto" da cui partono gli atleti che disputano la gara.


Ma torniamo a monte...e mai tale frase fu più attinente a quello che vi sto per raccontare!
Scesi dall'ovovia ci siamo trovati di fronte ad un panorama mozzafiato che si estendeva a 360°...da cui si snodava un numero enorme di sentieri adatti alle esigenze davvero di tutti...persino alcuni per le mamme con le carrozzelle, fino ad arrivare a quelli per escursionisti molto esperti. La foto è scattata all'arrivo a monte dell'ovovia e quello che si vede in basso a destra è una parte di Kitzbuhel con lo Schwarzsee e a sinistra c'è il paese di Kirchberg, dove io sono alloggiata.


Dopo aver consultato la nostra cartina ci avviamo verso un sentiero che prevede circa un paio d'ore di cammino, anche perchè ad un certo punto con una deviazione di pochi minuti si arriva ad un lago alpino veramente molto suggestivo e che a detta di quelli del posto merita di essere visto.




Lungo questo bellissimo cammino abbiamo avuto modo di fare molti incontri ... il primo è stato questo


L'altro invece è avvenuto in questo modo:
giunti alla deviazione per il laghetto di cui vi accennavo prima, mentre io e mio marito facevamo alcune considerazioni sulla bellezza del posto e sulla fortuna che hanno certe persone a poter vivere in luoghi di tale beltà...ecco che sentiamo una voce dietro le nostre spalle che ci dice: "Italiani? Che bello sentire parlare italiano...di dove siete?" Erano due dolci signore provenienti dal Lazio (la zona della Sabinia per la precisione) che udendo una parlata che raramente si riesce a sentire da queste parti hanno subito colto l'occasione per fare due piacevolissime chiacchiere...che poi si sono protratte per tutta la giornata!!! Infatti abbiamo deciso di fare lo stesso percorso per farci anche compagnia, e abbiamo scoperto che il gruppo era composto di 4 persone (una coppia di neo sposini e due amiche) che trascorrevano una settimana di vacanza proprio a Kirchberg, il paese dove alloggiamo noi! Quindi decidiamo di proseguire tutti insieme per il lago e, complice la mia faccia di bronzo, decidiamo di farci immortalare da uno dei tanti turisti che transitava da quelle parti.



Terminata la sosta al lago, ecco che ci avviamo lungo una discreta salita al sentiero che porta al rifugio Hochbrunn dove abbiamo mangiato e ci siamo fermati a prendere il sole per qualche ora, e vi devo dire che sono proprio volate via queste ore, perchè la compagnia di Angela, Gabriella, Carla e Francesco è davvero stata piacevolissima, e ci ha fatto trascorrere una giornata meravigliosa che avremmo voluto bissare oggi...ma purtroppo la stagione delle grandi piogge è ripresa e tutto è andato in fumo. In ogni caso, visto che il Chiemsee non è distante da qui, e i nostri amici ci tenevano a vedere il castello di Herrenchiemsee, che noi avevamo visitato la scorsa settimana, hanno avuto la possibilità di farlo oggi...e a giudicare dall' sms che mi hanno inviato da lì un paio d'ore fa, mi sembra siano rimasti molto soddisfatti.



Al ritorno ci siamo fermati in un Cafè di Kitzbuhel a dissetarci con un bel Radler e poi, dato che su uno di quei libretti che si trovano negli Uffici Turistici avevo visto la pubblicità di un negozio di Handarbeit (letteralmente lavori manuali) che si trova proprio a Kirchberg, siamo andati a farci gli occhi lì...ma di questo vi parlerò nella prossima edizione.

Un abbraccio a tutte voi che passerete di qua! Vostra Sachertorte!

14 commenti:

maman O ha detto...

Buone vacanze in questa magnifica terra !! Grazie che mi segui anche da lontano. Domani anch'io vado via per 15 giorni al lago.. poi Brenta in agosto. Ciao e a risentirci Un abbraccio Ornella

Milena ha detto...

Cara Nadiolina che belli questi racconti....mi sa che ti stai rilassando un pò troppo, però!!! Alla faccia di quelli come me che sono tutto il giorno chiusi in un ufficio con un caldo insopportabile!!
Brava fai proprio bene a "ricaricare le pile" in questi posti incantevoli....
Un bacione immenso
Milli

mida.f3 ha detto...

Ma che meraviglia questi paesi... ti invidio. Spero che il sole torni e resti per i giorni che desideri. Un abbraccio Milena

veronica ha detto...

MHM... CHE PROFUMO DI MONTAGNA... AHHHHHHH!!!! beata beata beata te... ancora due settimane e poi salgo anch'io su in montagna... e pensare che ci sono persone che non sanno apprezzare!!! bah!!!
un bacio e alla prossima escursione... veronica.

Monica ha detto...

Che bei posti Nadia..ci credo che ti stai rigenerando :)))))) goditi quei luoghi anche per me!!!!!
Adoro le mucche ;) con quel nasone mi fanno impazzire :))))))...
tanti tanti baci
Monica

Simo ha detto...

Che meraviglia i tuoi reportage....sei unica!
bacioni

Annalisa ha detto...

Adoro leggere i tuoi reportage!! Spero oggi ci sia un bel sole :)

Maria ha detto...

Non solo metti il coltello nella piaga, ma lo giri e lo rigiri, eh!!! Che bello però vedere quegli splendidi paesaggi anche se solo sul PC. E poi racconti così bene che sembra di essere lì. Aspetto con ansia il seguito! Un abbraccio.

Lucia ha detto...

Buongiorno Nadia! Che meraviglia sia il racconto che le foto...
sono posti meravigliosi, e sicuramente con il sole hanno tutto un altro aspetto. Pure io sono un amante delle vacanze in alta montagna... e quest'anno a causa di problemi avuti in famiglia le prossime vacanze in agosto le potrò trascorrere soltanto a casa, purtroppo! Be' intanto rimango incantata al tuo racconto, buon proseguimento, aspetto il seguito! Alla prossima e buona giornata! Lucia
www.loscrignodiluci.spaces.live.com

Milena ha detto...

Ancora io....in attesa del tuo prossimo racconto...passi da me???
ciaooo
Un bacione
Milli

Nefertari ha detto...

Mi spiace solo che la prox settimana non avrai più l'adsl e non potrò più seguire il tuo TG.
Dovrò aspettare il tuo rientro, ma la cronaca quotidiana è più divertente.
Ciao!
Grazia

francesca ha detto...

che luoghi incantevoli e il panorama è veramente da mozzare il fiato....
e che bella comitiva che eravate! peccato per oggi, dai speriamo che domani arrivi uno splendido sole...
aspetto con ansia notizie sul negozio
handarbeit, mi sa che la cosa si fa interessante.....
Grazie Lilli...al prossimo reportage
baci da Carmen "Lasorella"....

marypoppins ha detto...

mamma mia che meraviglia!!
goditi questi momenti
baci mary

carmen ha detto...

Che bello! E che spasso le tue cronache! Se incontri Heidi, salutamela. Ah, ah, ah!
Un bacione
carmen