domenica 25 aprile 2010

Porta aghi

Alcune settimane fa, colta da raptus creativo e da voglia di sperimentare tecniche a me ignote come il cartonaggio, mi sono cimentata nella realizzazione di questo piccolo portaaghi. Per dirla tutta, l'intenzione era di realizzarlo per Francesca Violetta, ovviamente se ne fosse uscito qualcosa di carino. Infatti ho usato tessuti, colori e ricami che potessero intonarsi con le sue preferenze, in modo tale da realizzare qualcosa di personalizzato destinato a questa carissima amica.
In maniera del tutto spregiudicata, senza alcun libro o tutorial che mi potesse indicare come si potesse realizzare un oggetto con questa tecnica, ma supportata esclusivamente da qualche fotografia scovata in rete e da tanta voglia di fare, ne è venuto fuori un oggettino che, tutto sommato, mi ha soddisfatta.
Tant'è che anche Francesca Violetta ha apprezzato e la cosa mi ha davvero fatto immenso piacere.
Il needlecase in questione è questo:


Qui lo si può vedere aperto e  anche all'interno .

Devo dire che, bruciature a parte delle dita con la colla a caldo, mi è piaciuto realizzare questo oggettino con questa tecnica che non conoscevo. Sicuramente non sarà un esperimento isolato...ho in mente di fare esperimenti su altre tipologie di oggetti...ma per ora sono solo idee e teorie...come sempre il tempo è poco e le incombenze da affrontare moltissime. Ora, visto che pare che dalla prossima settimana arrivi anche il tempo bello, mi aspetta il giardino...che oggi ha ancora l'aspetto di una giungla. Vasi da sistemare, erba da tagliare, mobili e gazebo da verniciare e chi più ne ha più ne metta...ovviamente senza tralasciare l'ordinaria amministrazione che, come sempre, porta via gran parte della giornata. In ogni caso a me basta che il tempo si metta al bello....in quel caso anche il morale è alto e le cose da fare si affrontano con positività.
E ora...a proposito di incombenze...andiamo di aspirapolvere e Swiffer: ieri ero in ufficio e al pomeriggio ho trascorso un paio d'ore con Nefertari a ciaccolare e a ridere come pazze....ma i lavori di casa sono rimasti da fare e oggi.....si salvi chi puòòòòò!!!!!
Un caro saluto a tutte, vostra Sachertorte!

9 commenti:

Effeti ha detto...

E' un amore!Sei sempre bravissima!Anche io ho il mio da fare in giardino, questo è il periodo più faticoso, ma poi le soddisfazioni non mancano,basta essere pazienti !
Buona giornata.

Fulvia

Manuela ha detto...

E' davvero molto carino! anche io sono alle prese con vasi, piante suicide, foglie cadenti e terra da sistemare ... mi sembra tutto faticosissimo, ma per godere di bei fiori ... un poco dobbiamo faticare1
buona domenica
Manuela

Manuela ha detto...

p.s. finalmente il cucciolo è passato ai 5 pasti, purtroppo essendo andato via il mio latte è tutto un pochino più macchinoso, tra il preparare, e sterilizzare i tempi si allungano, ma non posso proprio lamentarmi, è un bravo maschietto

Ciao
Manuela

Nefertari ha detto...

Be', dai, però siamo state bene e poi oggi abbiamo affrontato le faccendo con un po' più di allegria. Speriamo che il bel tempo di oggi finalmente duri e ci si possa dedicare finalmente anche ai nostri giardini.
Baci.
Grazia

Simo ha detto...

Che bello, davvero molto raffinato, complimenti cara!

Nicoletta (Kiky) ha detto...

Mamma mia che donna iperattiva! io, neanche nei miei momenti migliori riesco a dare tanto: lavoro in ufficio, ricamo, cartonaggio, lavori di casa, risistemazione del giardino, verniciature varie, e per giunta un pomeriggio di chiacchiere con un'amica... ma chi sei? wonderwoman?!!

Scherzi a parte, il porta aghi per la tua amica è davvero delizioso: ne sarà sicuramente contenta.

Ti ringrazio di preoccuparti per la mia salute: in effetti sto davvero cominciando a riprendermi. Ho ancora un po' di tosse (quella maledetta non se ne vuole andare! e i tracheospasmi che accompagnano i seppur radi colpi di tosse non sono molto "simpatici" né da subire, né da sentire). L'ematoma si sta riducendo e ho recuperato una discreta mobilità. Credo che il lungo riposo mi abbia fatto bene: fortunatamente la mia dottoressa mi ha dato convalescenza fino al 21 maggio, così posso riprendermi al meglio e posso occuparmi anche delle mie povere ginocchia artrosiche (sto cercando di ritardare l'intervento di protesi ).
Confesso che qualche corso di pittura è una buona occasione per recuperare un po' di serenità.
Un abbraccio e... buoni lavori!
Ciao ciao
Nicoletta

Ana Mary ha detto...

Che bellooooooooooo!!!! Sei bravissimaaaaaaaaaa Baci da Tenerife

francesca ha detto...

sìììììì è bellissimo, proprio fatto molto bene, curato nei particolari ed è mio!!!!! grazie mille ancora Nadia!!!
piante e fiori: domenica un pomeriggio intero dedicato a loro, con relativo mal di schiena per le varie scomode posizioni che prendo, ma sarò poi ripagata dalle loro fioriture? di solito piante e animali non ti tradiscono mai!
buona serata e un abbraccio
francesca
p.s. mi dispiace per le dita bruciacchiate!!

Anto:o) ha detto...

Che bello Nadia!!!
Sei stata bravissima e per essere il primo esperimento e senza nessun aiuto, ti è venuto benissimo!!!
Belli i colori e l'accostamento delle stoffe e Francesca non poteva che apprezzare:o)

Un abbraccio
Anto:o)