venerdì 27 giugno 2008

Sotto mentite spoglie...Madame Butterfly



Nei giorni scorsi, complici prima la pioggia caduta abbondantemente e incessantemente per settimane intere e successivamente questo caldo tropicale, ho potuto constatare che le piante della mia lavanda hanno raggiunto il massimo della fioritura...tant'è che forbici alla mano ho provveduto a tagliare un bel mazzo di fiori per metterlo a seccare in un vaso e poi poterlo utilizzare per fare i sacchettini e i cuscinetti profumati che sistemo negli armadi e nei vari angoli di casa.
Mentre tagliavo ho visto aggirarsi una farfalla di una bellezza e di dimensioni non consuete: e mio marito quando le ho fatto notare questa meraviglia della natura che si aggirava da un vaso all'altro e si posava sui profumatissimi fiori lillà mi ha detto che era dalla mattina che aveva preso dimora in quell'angolo di giardino.
Ho finito la mia opera di raccolta, ho sistemato i fiori accuratamente legati in un contenitore di rame e li ho collocati sulla credenza della tavernetta e quando sono ritornata in giardino per la seconda "manche" della mia raccolta odorosa...lei ... la dolcissima Madame Butterfly era ancora lì...allora sono salita in casa a prendere la digitale e l'ho immoratalata in più scatti perchè mi sembrava la cosa più giusta da fare...risalgo in casa, poso la macchina fotografica ... torno in giardino...e della meravigliosa farfalla non c'era più traccia...e neanche nei giorni a seguire sono riuscita più a vederla...




Vedete...io credo molto nel fatto che spesso certe situazioni apparentemente banali...siano in realtà la manifestazione della presenza di qualcuno che in quel momento ci corre in aiuto.
Dovete sapere, ma forse lo sapete già, che io sono stata legatissima a mia nonna materna...per me è stata una mamma, ma non perchè mia mamma non assolvesse al suo ruolo: anzi, tutt'altro...ma perchè io ho proprio vissuto questa nonna come se fosse una mamma ...non so se ho reso l'idea...per me mia nonna e mia mamma erano perfettamente interscambiabili... il mio metro affettivo nei loro riguardi era pressochè identico...
Da quando è mancata, dieci anni fa, io ho stabilito con lei una sorta di contatto, definiamolo spirituale, che mi aiuta ad accettarne la mancanza: se ho dei problemi la penso e le chiedo di mandarmi una soluzione, se sono un po' giù cerco di ricordare la sua voce consolatoria per superare il momento no, se sono particolarmente felice la coinvolgo nella mia gioia e questo per me è un modo per averla ancora accanto e condividere con lei tutto ciò che abbiamo sempre condiviso fino al giorno prima che mi lasciasse.




Come avete letto qualche post fa ho attraversato un momentino di debacle psicologica nelle settimane scorse, e lì altro che dialogo con la nonna...c'era una linea diretta sempre aperta in cui si passava dalla più profonda malinconia alla supplica vera e propria affinchè mi aiutasse a riprendermi da quella sorta di torpore vegetativo che mi aveva colta. Ebbene in men che non si dica ho iniziato a constatare i miglioramenti umorali quotidiani che via via che i giorni passavano si facevano sempre più concreti tanto da ridarmi la voglia di occuparmi del giardino e da farmi prendere atto che si stava svegliando dal suo stato di "nullafacenza"...e l'altro giorno ho addirittura deciso che era ora di dare nuova vita alle mie amate piante di lavanda, tagliando i fiori per favorire la prossima fioritura e questa meravigliosa farfalla ,in quel giorno in cui il mio morale, nonostante il tour de force lavorativo, aveva sicuramente raggiunto l'apice della positività, mi ha tenuto compagnia fino a che non l'ho immortalata per averla con me...per far sì che quando le mie paturnie sarebbero eventualmente ricomparse, guardando quella fotografia avrei potuto pensare che anche prima di quegli scatti ero a terra, ma che tutto si era risolto...beh...io questa cosa (anche se potrei sembrarvi una persona quantomeno strana!) l'ho vissuta come un segno...un segno di una presenza che nonostante non sia fisicamente vicino a me...c'è comunque e mi infonde la sua forza, il suo coraggio e il suo amore come faceva fino a dieci anni fa...

17 commenti:

francesca ha detto...

Nadia carissima, perchè quando leggo le tue parole mi vengono i brividi lungo la schiena? Anche io ho pensato e penso spesso a mia nonna, soprattutto nei momenti difficili della mia vita, lei non è più con me fisicamente da molti anni ormai, ma l'ho sentita vicina molte volte e sono sicura che mi ha dato una mano a risolvere alcune situazioni...
Ti scrivo in privato, intanto ti abbraccio come sempre forte forte e ti auguro un buon week end e spero che la splendida farfalla torni di nuovo a farti visita...

Milena ha detto...

Cara Nadiolina sai che hai proprio ragione a volte nei momenti difficili ci aggrappiamo al ricordo delle persone a cui vogliamo bene e che purtroppo non ci sono più...io faccio la stessa cosa con il mio papi che da 1 anno e 1/2 non è più qui con me e a volte guardando la sua foto o in un momento che penso a lui mi sembra quasi di sentire il suo profumo e capisco che lui è sempre vicino a me per proteggermi come quando era in vita...
Per fortuna che ci sono queste piccole cose che ci fanno stare un pò meglio perchè altrimenti non si riuscirebbe ad andare avanti..
Ti abbraccio forte dicendoti che la tua farfalla è veramente splendida!!
Un bacione
Milli

melania ha detto...

ciao nadia, perchè nn fai una bella cornice.. alla farfalla?? starebbe bene nel tuo soggiorno..... bellissima la farfalla..insieme al fascio di lavanda....buona giornata melania..

Mariarita ha detto...

Carissima Nadia,La tua farfalla ti ha sfiorato l'anima e ti ha dato un segno, io ai segni credo...e per te questa volta aveva le ali!!!
Anche per me mia nonna materna è stata una mamma, lei mi capiva al volo più di sua figlia...aveva una sensibilità e dolcezza uniche, ma come tutte le donne di un tempo era risoluta e forte!!! Un mito per me. Aveva una frase per ogni occasione...tutte in dialetto ligure...per esempio quando le donne si ritrovavano a parlare e dicevano "sai chi è morto?..." lei un po' ascoltava e poi per stemperare il discorso triste diceva "o donne, parliamo di belli uomini..."Lei usava tante altre frasi sagge e buffe nello stesso tempo!!!A me capita spesso di dire secondo le occasioni e come diceva mia nonna e faccio citazione...mantengo vivo il suo ricordo con le sue frasi per meglio dire aforismi fai da te!!!

Mariarita ha detto...

mi sono dimenticata diaggiungere i miei più grandi saluti e abbracci ci si legge dopo il 20!!!
Bacioni tesoro
Mariarita

Simo ha detto...

Cara Nadia, son contenta che il tuo periodo "no" sia passato, ora ce l'ho io....in questi giorni non sto per nulla bene, il caldo mi ammazza...
che bella la tua lavanda...e M.Butterfly è meravigliosa!!!
Buinissimo w.end

Grazia ha detto...

Cara Nadia...mi ha fatto un immenso piacere leggere cio' che hai scritto...in un certo senso mi hai fatto pensare che non sono poi tanto strana, perche' devi sapere, Nadia cara, che lo stesso rapporto io ce l'ho con la mia nonna paterna.....lei non e' piu' fisicamente su questa terra da 10 anni.....ma e' sempre rimasta accanto a me con il cuore...anche io le chiedo spesso consigli, e devo dire che c'e' sempre!!!!
Ti ringrazio Nadia....non avevo mai raccontato queste cose....tu sei riuscita a tirarmele fuori...grazie!!!

Simo ha detto...

Ehi cara....passa da me c'è un premio per te!!!!!!!
baci

Effeti ha detto...

Anche la mia lavanda è in fioritura,ma non abbastanza per tagliare i fiori,speriamo di poterlo fare dopo le vacanze!Bellissima la farfalla.

...anche io avevo una nonna molto speciale!

Buone vacanze!

Fulvia

penelope ha detto...

Le meraviglie della natura parlano alla nostra anima e ci dicono quanto sia bella la vita nonostante tutti i dolori.

Wurzerl ha detto...

Liebe Nadia, hast Du den Post extra für mich gemacht??? Woher weißt Du, daß ich den Duft von Lavendel liebe, und daß der Schwalbenschwanz mein Lieblings-Schmetterling ist? Leider ist er bei uns fast ausgestorben! Obwohl ich immer "Wilde Möhre" im Garten kultiviere, um den Raupen etwas eßbares anzubieten, habe ich seit vielen Jahren keinen mehr gesehen.
Umso schöner,ihn jetzt in Deinem Post zu entdecken. Danke für die schönen Fotos
Ich wünsche Dir eine gute Woche
Liebe Grüße vom Wurzerl

Maria ha detto...

E' una bella cosa, quella che hai scritto. Vorrei avere anch'io a volte una farfalla che venga a trovarmi.

Sercy ha detto...

Cara Nadia, questa bellissima storia mi ha toccato il cuore. Anch'io credo che i nostri cari si facciano sentire e magari vedere, in qualche modo.
Complimenti per come riesci a coltivare la lavanda: la mia non ha mai fatto un fiore ed ormai getto le armi. Un abbraccio, Serena.

Wurzerl ha detto...

Cara Nadia, wie lange bleibst Du??? Du bist etwa 60 km von mir entfernt.
Hättest Du Zeit und Lust Dich mit mir zu treffen, oder mich (in Richtung München) zu besuchen?
Viele Grüße Wurzerl

Ele ha detto...

Liebe Nadia,
ich liebe den Lavendel auch so sehr, er zählt zu meinen Lieblingspflanzen!
Deine Dekoration ist wunderschön und deine Stickerei ein Traum!

Liebe Grüße aus Bayern
Gabriele

Nefertari ha detto...

Inutile dirti che in questo momento le tue parole mi coinvolgono in maniera particolare. Guai se non avvertissimo questi segni, io non faccio altro che dialogare con Oscar in questo periodo e voglio assolutamente credere che lui lo sappia.
Continuo a sentire la sua voce che mi dice che devo vivere la mia vita al meglio, perchè lui non potrà che essermi sempre accanto.
Un abbracio.

nihal76 ha detto...

bellissima la lavanda :)e ti capisco mio papà l'ho perso da quattro anni.... e quando sono giu o in montagna lo sento vicino a me.... :)
ma basta anche una farfalla un fiore un momento e ci sentiamo meglio... quasi a fare un sospiro di sollievo.... :)
un grande abbraccio